Come personalizzare le funzionalità di Android con Kernel Adiutor - Amsis

highlight

Post Top Ad

lunedì 13 marzo 2017

Come personalizzare le funzionalità di Android con Kernel Adiutor



Uno dei principali punti a favore del sistema Android è la possibilità di adattarlo alle proprie esigenze. Spesso, non contenti delle ROM con cui il cellulare viene venduto, molti utenti installano custom ROM che si adattano maggiormente alle loro esigenze.

A volte però una particolare funzionalità potrebbe non comportarsi come desiderato. In tal caso si può pensare di ricorrere a Kernel Adiutor che fornisce la possibilità di modificare il comportamento del custom kernel del device. Esempio? Lo sviluppatore della ROM ha impostato un valore massimo della vibrazione un po' basso per contenere il consumo di batteria; il Governator della CPU è troppo spinto verso le performance quando il cellulare viene usato solo per whatsapp, l'audio delle cuffie è troppo alto e distorce...

Le principali sezioni su cui poter intervenire sono le seguenti:


  • CPU (Frequency, Governor)
  • I/O Scheduler
  • Kernel Samepage Merging
  • Low Memory Killer (Minfree settings)
  • Virtual Memory
  • Flash/Backup
  • Build prop Editor
  • Recovery (Flash, Wipe)
  • Init.d editor
  • Saving Profiles

Per utilizzare l'applicazione è necessario montare un custom kernel ed avere un device con i permessi di root.

apply on boot

In testa ad ogni sessione un bottone abilita/disabilita la modifica all'avvio. Infatti, le modifiche vengono apportare al sistema in fase di boot e possono essere quindi considerate temporanee perché potranno essere cancellate in modo da riportare il kernel al suo funzionamento originale.

sezione di riepilogo

La sezione On Boot riepiloga le modifiche che sono state apportare. Tornando nell'opportuna sezione sarà possibile cancellarle.

Quest'applicazione fornisce solo un'interfaccia per modificare temporaneamente le caratteristiche del vostro kernel andando ad agire sui valori dei parametri: dipende poi dal kernel in uso quali caratteristiche sarà possibile modificare.


Le modifiche permesse possono alterare la stabilità del sistema, fino a causare rotture hardware, quindi, prima di effettuare cambiamenti, è bene documentarsi. 


L'applicazione è gratuitamente realizzata da Willi Ye, conosciuto anche col nick Grarak con il quale si firma nei suoi sviluppi su CyanogenMod per OnePlus

Per chi cercasse qualcosa di alternativo, vale la pena dare un'occhiata anche all'app Synapse di Andrei F.

Di seguito la consueta raccolta di link:

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad