aprile 2007 - Amsis

highlight

Post Top Ad

venerdì 27 aprile 2007

Confronto costi stampe fotografiche online

16:49 3
Poiché il numero di servizi online che offrono la stampa delle proprie fotografie digitali è ormai molto elevato diventa molto difficile districarsi fra le varie offerte.
Ho deciso quindi di fare un piccolo confronto fra 5 dei più nominati servizi che si trovano sulla rete.

Il confronto è stato eseguito pensando di dover far stampare un numero prestabilito di copie in tre formati 3:2 (quello delle reflex digitali per intendersi) e cioè: 10 foto 13x19, 3 foto 20x30, 2 foto 30x45. (Notare che la maggior parte delle compatte supporta il formato 4:3 e che il prezzo delle stampe per dimensioni confrontabili è comunque uguale in entrambi i formati). Questa scelta comporta un eventuale vantaggio a favore di quei siti che permettono la spedizione multiformato. Infatti alcuni non permettono ordini contenenti più formati. Questo per molti non è un limite ma nel mio caso lo sarebbe: infatti delle foto selezionate mi piacerebbe avere un ingrandimento di quelle meglio riuscite.

E' bene precisare fin da subito che il confronto è fatto esclusivamente sui prezzi e non sulla qualità poichè l'esigenza di tale confronto è nata proprio dal dover scegliere a chi affidare le mie stampe e quindi ancora non ho visto il risultato! Inoltre per alcuni siti il prezzo della spedizione varia a seconda dell'ordine complessivo (sia in base al peso che alla presenza di formati multipli) quindi il prezzo considerato per la spedizione potrebbe non essere preciso (ma comunque in linea di massima abbastanza vicino alla realtà)

Di seguito delle brevi note su ogni servizio quindi il link alla tabella riepilogativa del confronto.

Sviluppo Foto
PRO:
  • permette la possibilità di richiedere multiformati
CONTRO:
  • i prezzi sembrano un po' più alti dei concorrenti
NOTE:
  • lo sconto sulle foto aumenta considerevolmente rispetto al volume delle stampe ordinate
CLASSIFICA RISPETTO AL PREZZO TOT: 5° miglior prezzo su 5

Photocity
PRO:
  • la scelta dei formati è pressoché completa
  • buona varietà di gadget
CONTRO:
  • formati diversi devono essere fatti in ordini diversi. Questo comporta un costo aggiuntivo
NOTE:
  • sicuramente uno dei più famosi è anche il servizio online che ha più possibilità di scelta fra quelli confrontati
  • il prezzo dei formati più grandi varia sensibilmente anche con l'aggiunta di una sola copia in più
CLASSIFICA RISPETTO AL PREZZO TOT: 4° miglior prezzo su 5

DigitalPix
PRO:
  • permette la possibilità di richiedere multiformati
  • gadget particolari come la stampa ad alta qualità su tela
CONTRO:
  • i formati più grandi non sono disponibili
NOTE:
  • il sito non è compatibile con FireFox per cui c'è bisogno di installare ieTab
CLASSIFICA RISPETTO AL PREZZO TOT: 3° miglior prezzo su 5

Pixaco
PRO:
  • i prezzi di Pixaco sono risultato sull'ordine totale i più bassi
  • consente l'upload di molti formati fra cui anche file di Photoshop
CONTRO:
  • il numero dei formati è limitato anche se sono presenti i più utilizzati
NOTE:
  • è possibile fare l'ordine multiformati anche se non si capisce con chiarezza quale sia il prezzo applicati visto che ce ne sono solo 2 (2,95 € per le foto, 3,95 € per i gadget e i poster)
CLASSIFICA RISPETTO AL PREZZO TOT: 2° miglior prezzo su 5

PixDiscount
PRO:
  • i prezzi più bassi sui 10 formati più utilizzati
  • grossa varietà di gadget
CONTRO:
  • non è possibile inviare ordini multiformato
NOTE:
  • la spedizione gratuita fa pensare che non ci sia nessun costo che invece è presente sotto forma di imballaggio
  • il diretto rivale forse potrebbe essere Foto.com. I suoi prezzi sono i più bassi dei servizi qui confrontati... bisognerà verificarne la quantità visto che sul sito si dice:
    Pixdiscount è la forza del Gruppo Photoways, che propone un servizio discount focalizzando la propria attenzione sui prezzi e sulla quantità.
CLASSIFICA RISPETTO AL PREZZO TOT: 1° miglior prezzo su 5

Read More

giovedì 26 aprile 2007

La ragazza della porta accanto

11:16 0
Magari quando viene a bussarvi per chiedervi il latte o non è proprio quella della pubblicità della Granarolo ma chi ve lo dice che non l'avete mai vista su qualche manifesto pubblicitario?




Via DesMM
Read More

lunedì 23 aprile 2007

Valerio Mastrandrea: l'antiromanismo spiegato a mio figlio

13:21 0



Si a papà, era sera... era d'Aprile
er pesce era passato
muto e senza spine.
Nell'Albione perfida e a modello,
cavalli mozzicanti invece che er manganello.
S'era partiti pè n'impresa,
de quelle da raccontà davanti ar focolare,
tutto bruciava 'n petto,
muto er cellulare.
Chi era rimasto in terra sampietrina
era du' giorni che nun dormiva come dormiva prima
er traffico nun c'era,
i semafori silenti,
i dentisti s'erano rifiutati de cavà li denti,
i televisori a palla coprivano li piatti apparecchiati,
qualcuno pannellava,
sciopero dei carbroidrati.
Poi venne l'ora...
quella che nun viè pe' tutti
eravamo tutti belli a papà,
nun esistevano più li brutti,
nun era un sogno era reale,
manco li gabbiani sur tetto der Quirinale.
Parte l'orologio, fischia l'omo in giallo,
partono le vene, pompa er core de metallo,
manco la prima scarica de adrenalina pura,
che ar decimo più o meno l'idraulico ce stura,
ce stura er lavandino dove nun score niente,
se non il sangue de chi crede a la panza e no alla mente,
tu pensi "daje... daje regà, nun è successo niente,
è 'na battaja, battaja dirompente,
via la maja dai carzoni! Sporcateve er battente!"
e invece niente...
li vedi rotolà su un prato all'inglese
come 'na balla de fieno a Porta Portese.
Poi parte un conto alla rovescia dei malrovesci che ce danno
pensi ancora "daje... basta poco!" si... ma quanno?
Nun c'è er tempo pè fermà er tempo boia
pensi "mai... mai, un giorno de gloria"
e qui, papà, devi pensà... sì!
Che chi dopo sta sera d'aprile è annato a festeggià
la gioia la troverà solo sulle disgrazie altrui
pè sta gente nun c'è luce... papà, ma solo giorni bui !
perchè chi pe' sorride deve vedè piagne uno, mille e centomila
è uno che nella vita sua starà sempre in fila
chi invece la prova... la vita sulla pellaccia
nun starà mai a chiede un sorso da' n'artra boraccia
sii orgoglioso, a papà, de' provà emozioni davanti 11 leoni
a vorte un po' cojoni... è raro, amore mio
è raro come te
e come mamma tua
che dopo er 7 a 1, c'ha lasciato a sparecchià
"Li mortacci sua!!!"
Read More

Bottoni personalizzati nella Google Toolbar

12:47 0
E' da qualche tempo disponibile la nuova versione (3.0.20) della Google Toolbar per Firefox che inserisce delle importanti novità fra le quali spicca l'inserimento dei pulsanti personalizzati.
In pratica basta andare su un qualsiasi form di ricerca e cliccare col pulsante destro per far apparire la voce Genera ricerca personalizzata che aggiunge in automatico un bottone di ricerca alla vostra toolbar.





Questa novità è molto utile per chi era abituato a personalizzare la casella di ricerca di Firefox con i siti preferiti. Ora si potrà switchare a Google Toolbar senza perdere niente, anzi acquistando utili strumenti come la ricerca delle parole nella pagina (esiste in realtà un simpatico plugin per firefox che simula questa funzionalità SearchWP), il correttore ortografico per i form, la traduzione della pagina.
Inoltre esiste già una bella valanga di bottoncini preconfezionati da altri per non dire di quelli che potete crearvi da voi.

Questo è un esempio, con tanto di feed, per questo blog.


E di seguito qualche suggerimento per i vostri prossimi bottoni.

Read More

A Rossi gli tira il culo arrivare dietro (parecchio)

10:37 1
A sentirlo sembrava quasi avesse acquisito negli anni il diritto a non essere sorpassato. Una regola del tipo: se vedi uno con scritto dottore sul culo allora divieto di sorpasso. A pensarci bene, quindi, il nuovo cattivo del motomondiale, il piccolino Elias, sarebbe da punire. Elias alla gogna. Prima quella mediatica del clan (clap) rossiano (leggi redazione intera di Italia 1) poi, e non proprio sportivamente, direttamente in pista nella prossima gara dove il dottore le ha promesse mostrando al mondo intero lo sportivissimo significato del verbo rosicare. Perché di quello si tratta. Incapace, una volta tanto(!), di mettere a punto la sua moto (perfino Hayden con le Michelin ha fatto meglio), dopo aver preso un'uscita di curva da bambino si è visto sorpassare pian piano da tutti. E mentre il campioncino Stoner se ne andava, lui si vedeva sorpassare... e mentre accadeva rosicava... Non potendo far niente con gli altri, che una volta sorpassatolo se ne andavano, il primo della lista con qui prendersela è stato Hopkins con il quale ha eseguito una manovra molto simile a quella che avrebbe subito da Elias. Ma questo non conta... altrimenti dovremmo ricordare anche il mondiale conquistato a spallate su Gibernau... (ricordiamo che di quella manovra uscì addirittura un DVD ed un libro fotografico, a firma di Meda, se non ricordo male)... particolari insignificanti.




Così come insignificante è stato il pomeriggio del clan di Gran Prix dove Cereghini, dopo la retrocessione da conduttore ad opinionista della trasmissione diceva, intervistando il campione ferito: "Io vorrei però lasciar stare la storia del sorpasso con Elias"... forse perché si era reso conto della pessima figura che stava facendo in quel momento il suo protetto (o viceversa?). Tener da parte la storia solo fino al minuto successivo quando al microfono non c'era più il suo compagno ma un povero Gresini che già in apertura dei microfoni stava con le mani larghe a dire "ma in questo processo che state facendo io adesso che dovrei dire?"... Ed infatti la prima domanda è stata di Cereghini (un istigatore di polemiche più bravo di lui neanche a Controcampo e alla Domenica Sportiva ce l'hanno!) al quale, ora, era tornata la voglia, guarda caso, di tornare sull'argomento incriminato... Ma sono dettagli.

  • Un link che condivido!
Read More

venerdì 20 aprile 2007

Podcast: Viva Radio Due*

15:17 0
Ormai è dal 2001 che Fiorello e Baldini ci deliziano con le loro gag nella trasmissione radiofonica Viva Radio 2. Importanti ospiti pronti a stare al gioco (tutti ricorderanno, ad esempio, l'intervento in diretta dell'ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi), imitazioni (Camilleri e Minà su tutti) e un gran successo anche attraverso la pubblicazione di 4 cd e 1 dvd con il meglio della trasmissione.

Con una certa irregolarità sul sito di Radio 2 si trovano anche dei podcast preconfezionati (in questo caso sono veri e propri mp3 con una selezione del meglio di alcune puntate) liberamente scaricabili, per qualche minuto di autentico divertimento.

Ecco alcuni link:

  • Viva Radio2 podcast una selezione di radio 2 delle puntate più recenti

  • Viva Radio 2 su BitTorrent: usando BitTorrent è possibile scaricare le puntate della stagione 2006/7, divise per settimana, in MP3, e la qualità dell'audio è decisamente buona...

*: il post è stato aggiornato il 25/05/07.
Read More

giovedì 19 aprile 2007

Scuola guida: lezione di parcheggio

15:34 1
Sì, lo so! E' vecchietto... Però ci sono ripassato per caso e rimane troppo divertente!!!


Read More

Every Search: ricercare file condivisi da altri

13:12 1
Every Search è un'interfaccia di ricerca che, sfruttando principalmente i database e la ricerca Google, permette ricercare i link ai file "hostati" {=Caricati} nel Web.


E' ovvio che ogni persona può aver postato qualsiasi tipo di file e quindi la ricerca può diventare ghiotta.

Le ricerche sono divise per tre principali categorie:
  • Ricerca musicale: mp3, album completi, ecc.
  • Ricerca software: RICERCA di PROGRAMMI, GIOCHI ed ogni altro tipo di SOFTWARE
  • Ricerca libera: per cercare direttamente sui link

Spesso purtroppo i link sono datati ed il contenuto non più raggiungibile ma bisogna ammettere che si trova davvero tanta roba, senza dover utilizzare pericolosi p2p.



Via DownloadBlog
Read More

Messi studia da Maradona

11:37 0
Dalla Gazzetta dello Sport:

I catalani superano 5-2 il Getafe in semifinale di coppa del Re. Doppietta dell'argentino, che realizza il primo gol scartando 5 avversari come Diego in Argentina-Inghilterra del Mondiale '86.



Il paragone tecnico con il gol di Maradona, 20 anni e 10 mesi dopo: 12 secondi contro 10.8, 60 metri invece di 62, 13 tocchi a 11, tre dei quali con il destro (compreso quello finale) mentre Diego usò solo il sinistro, 5 giocatori saltati (Nachio, Paredes, Alexis, Belenguer, Luis Garcia) contro 6 (Hoddle, Reid, Samson, Butcher, Fenwick, Shilton), 53.679 spettatori al Camp Nou contro i 114.580 dell'Azteca. "Diego giocò con le pause e le accelerazioni, Messi ha deciso per la verticalizzazione e l'accelerazione", ha detto Jorge Valdano, presente sul campo all'Azteca".

Read More

mercoledì 18 aprile 2007

Ma quale PDA? Usa PocketMod!

14:52 2
L'idea è di certo originale ed ha avuto un grande successo: perché spendere soldi per un palmare oppure per un voluminoso personal organizer quando tutto quel che serve è un foglio e una stampante?




PocketMod è un'applicazioncina online (c'è anche la versione scaricabile, ma occorre Microsoft .Net) che permette di creare un'agendina personalizzata a partire da dei template. E' possibile aggiungere, su ognuna delle otto pagine di cui è composto, calendari (giornalieri, settimanali, mensili), liste delle cose da fare, tavole, pentagrammi, lista dei contatti, formulari preconfigurati, addirittura SuDoKu generati al volo!
Poi si prende il foglio, lo si piega, si fa un taglietto ed è pronto per metterlo nel portafoglio.
Economico, no?

In rete si scopre che esiste tutto un mondo sull'argomento ed anche altre risorse...

Un'alternativa completamente manuale è questa:

Read More

lunedì 16 aprile 2007

eBook download: scaricare manuali dalla rete

14:22 1
Ancora una volta il Segugio Della Rete [Net's Hound] ha colpito e mi segnala questo sito che sarà utile a molti: itbook
Qui si possono scaricare ottimi manuali in formato elettronico (per lo più in lingua inglese) anche se non so con quale tipo di licenza.
C'è un po' di tutto, per la maggior parte orientato alla programmazione. Si spazia dai recenti manuali per Ruby, fino ad Ajax; dal C++ a Java; da Photoshop a Premiere; da Windows a Unix.
Il sito è in cinese (credo!) ma i nomi dei libri sono tutti in inglese. Non sarà complicato capire come si effettua la ricerca...


Per il download, dopo aver selezionato il libro che vi interessa, utilizzate il link in fondo alla pagina vicino alla freccia verde.



Ah, dimenticavo: questo sito non viene ben digerito da FireFox quindi, per questa volta, fate ricorso a IE oppure all'ottimo plugin IETab per FireFox.
Finchè dura... buona lettura ;)
Read More

SBK.Valencia: Biaggi guida sui problemi

09:58 0



Di certo il team Suzuki sapeva che questa gara sarebbe stata quantomeno problematica visti gli strani risultati degli ultimi test sul circuito di Valencia e di certo speravano almeno in un tempo clemente. Così non è stato: sul bagnato Biaggi e la sua moto hanno avuto grosse difficoltà tanto che la SuperPole lo vedeva partente dalla 12ima posizione.
I presupposti per la gara non sono buoni tanto che Batta lo dice apertamente:

"Abbiamo avuto problemi in tutto il week-end ma Max ora è sereno, consapevole che tutto quello che si poteva fare è stato fatto. Ora tocca solo a lui mettere qualcosa di più"

Gara 1
Consapevole allora di non avere le cose carte per potersela giocare con i primi, Biaggi affronta gara uno a denti stretti. Ottima la partenza che gli fa guadagnare immediatamente alcune posizioni, poi pian piano si vede che se è partito dal dodicesimo posto qualcosa c'era ed infatti non ha mai il guizzo per andare avanti ma si trova a battagliare, anche con qualche sportellata, con i giovani italiani fino a giungere ottavo al traguardo. Risultato che vedremo quanto sarà importante in un campionato così equilibrato come questo.

Gara 2
Qui le cose cambiano. La pista risponde meglio e Biaggi decide di tornare alle regolazioni del venerdì, quando le cose non andavano benissimo ma neanche così male. Non c'è voluto molto per capire che stavolta era tutta un'altra gara. Ancora un'ottima partenza che lo catapultava alle spalle di Nieto e da lì la splendida rimonta che lo portava fino alle prime posizioni a duellare con Bayliss. Un errore di Bayliss, uno a seguire di Biaggi, fino a che il pilato romano si ritrova in terza posizione staccato, e di molto, dal duo di testa che nel frattempo aveva guadagnato un buon vantaggio. E mentre Toseland e Haga duellavano, giro dopo giro Biaggi guadagnava preziosi decimi che lo portavano a ricucire lo strappo a due giri dal termine. Un poco di respiro e arriva l'ultimo giro. Toseland è primo, Haga secondo, Biaggi pronto per il sorpasso, che puntualmente arriva a tre curve dal termine facendo guadagnare al campione romano una preziosa seconda posizione e lasciando negli occhi degli appassionati una fantastica rimonta.
Read More

venerdì 13 aprile 2007

Second Life ed il concetto di ricorsione

14:39 0
I commenti da fare per questo brillante video, che poi non è altro che uno spot della Kit Kat, sono pochi...
Quindi godetevelo!



Read More

Il faraone buono e altri sciogli-mente

09:39 12
Come mantenere allenata la mente? Come non cadere nei tranelli logici? Solo con l'esercizio. E' questa la risposta che ci propone la sezione di un interessante sito pubblicato da VincenzoV nel quale mi sono imbattuto casualmente guidato da Google.
Sono sicuro che gran parte delle persone che mi seguono lo troveranno interessante e ci perderanno un bel po' di tempo.
Di seguito vi lascio un estratto di uno dei tanti esercizi che potete trovare qui.

Buon allenamento!


Un Faraone, noto per la sua ferocia ma anche per il rispetto che nutre verso l'intelligenza, condanna a morte quattro persone.


I quattro condannati

La pena viene eseguita interrando fino al collo i malcapitati in modo da immobilizzarli completamente. Essi sono posti lungo una linea retta in modo tale che i primi tre guardano in un verso (diciamo verso destra, come in figura) ed in quarto, separato da un muro, verso sinistra.

Ognuno dei malcapitati ha un copricapo. Il faraone libererà tutti quelli ancora vivi quando uno saprà indovinare il colore del proprio copricapo.

Le regole
  • Esistono solo due cappelli rossi e due verdi. Nel disegno è ovviamente rappresentata, a titolo di esempio, solo una delle molte combinazioni possibili.
  • A vede il copricapo di B e di C, B vede quello di C, C e D non vedono nulla.
  • I condannati non possono comunicare in alcun modo tra di loro o con altri, non possono girarsi, non possono vedere attraverso il muro, non possono sfruttare fenomeni fisici quali la riflessione o l'assorbimento della luce.
  • Le guardie hanno l'ordine di iniziare l'esecuzione da A, poi verrà il turno di B, quindi di C ed infine di D. Prima di tagliare la testa viene fatta la fatidica domanda "Di che colore è il tuo cappello? Perché ?". Purtroppo però nessuno può ascoltare le risposte degli altri.

La domanda

Quale dei quattro condannati vorresti essere per garantirti la vita?
Read More

giovedì 12 aprile 2007

Suggerisci tu stesso come migliorare GMail!

10:24 0
L'interesse e lo scontro intorno alle web mail porta i fornitori a far di tutto per accaparrarsi questa porzione di rete.
Ben venga...

Così mentre Yahoo annuncia la sua mail infinita, Google invita i propri utenti a suggerire quali migliorie apportare al proprio web client di posta.

Partecipate numerosi, è per il nostro interesse!

PS: fra gli altri votate anche per "Read Receipts" che serve proprio!

Ecco il link!
Read More

Una lavagna condivisa per lavorare a distanza

09:39 2
Imagination Cubed

A volte capita che con le parole non si riesca a descrivere tutto e così abbiamo bisogno di fare un disegnino, uno schemino esemplificativo di quel che vogliamo dire. Questo è vero ancor di più per chi si ritrova spesso a chattare con un amico e con le nude parole proprio non riesce a trasmettere quel concetto... Ci vorrebbe una lavagnetta! Questo è il servizio che ci viene incontro: Imagination Cubed
Web 2.0 molto spinto che permette di disegnare con diversi strumenti: matita, riga, figure geometriche, testo, timbrini... ma soprattutto ci permette di invitare un amico a disegnare con noi, a vedere quello che stiamo disegnando e come lo disegnamo. Una vera lavagna virtuale, qualcosa di simile a quanto già msn messanger ci permette, ma in grandi dimensioni e senza installare nulla.
Read More

martedì 10 aprile 2007

Google Notebook si aggancia alle ricerche

11:07 0
In questi giorni si è sentito parlare parecchio di Notebook, il nuovo servizio Google.
Oggi, facendo una ricerca su Google.com, ho notato che è stato aggiunto un nuovo link "Note this" per ogni risultato ottenuto. Il link compare quando si è loggati con un account google e si è già attivato il servizio "Blocco note".



Cliccando sul link si aggiungerà al blocco note attualmente selezionato la porzione di ricerca appena cliccata. Il link scomparirà per far posto ad un avviso ("Duly noted") che ci ricorderà (nella stessa sessione) che la ricerca è stata già annotata.
Read More

venerdì 6 aprile 2007

Aggiornamento: Roma - New York a nuoto!

12:25 4
Net's Hound mi segnala una divertente esperienza da fare con Google Maps... Volete sapere quel'è la strada migliore per andare da Roma a New York (chissà a chi è venuta in menete questa ricerca!)?
Beh, basta chiedere e si avrà risposta...

Da Roma passi per la Francia, attraversi il tunnel della Manica poi... poi...

Beh, 5572 Km a nuoto per l'oceano Atlantico e dopo circa 29 giorni 20 ore sarete arrivati...
Fenomenali!


Per ottebere la schermata fai così:
  1. vai su http://maps.google.it
  2. scegli "indicazioni stradali"
  3. digita da Roma a New York
  4. vai al punto 46 del percorso!!!
Aggiornamento

Visto che siamo in tempi di feste pasquali... voglio aggiungere questo vecchio easter egg...


  1. vai su http://moon.google.com
  2. imposta il valore dello zoom al massimo...
Ma siamo sicuri che queste mappe di Google sono attendibili? Eheheh



Read More

giovedì 5 aprile 2007

*Le Emoticons di GTalk

16:21 1
Faccine, smile, emoticons... Come si usano su GTalk?
Niente che non si possa ritrovare con una piccola ricerca ma visto che me lo chiedono spesso...
E adesso slinguazzatevi per bene!!!



Un aggiornamento a questo post... ecco un link che mostra alcune emoticons di GTalk al momento non documentate
Read More

TabbyCalc, replacement per la vecchia (e buona) Calc di Windows

11:01 0

Sicuramente vi sarà mancata più di una volta la possibilità di rivedere i conti appena fatti con la vecchia Calc e poi svaniti nel nulla. Una volta c'era carta e penna o le calcolatrici a nastro, ora abbiamo solo il piccolo finto display della calcolatrice di Windows.
Ma a porre rimedio a questa situazione c'è venuto incontro TabbyCalc, un programmino da pochi KB che ci fornisce la possibilità di leggere conti già fatti ma anche di utilizzare funzioni avanzate o utilizzare variabili (26, tante quante le lettere dell'alfabeto... per ora) utili per mille scopi.
Una volta abituati all'uso sarà difficile farne a meno... e se così fosse allora vale la pena di scaricare un piccolo bat (replace-windowsxp-calc.zip) che permette di rimpiazzare completamente la buona e cara vecchia Calc.exe!
Read More

mercoledì 4 aprile 2007

Lost: la teoria di Walt Disney

11:59 4
Amici mi hanno informato dell'esistenza di una teoria interessante sull'avvincente telefilm che tiene tutti col fiato sospeso: Lost.

Di seguito la citazione di quanto trovato su un forum, purtroppo non era riportato l'autore... Potete leggerla con tranquillità: non svelerà particolari che chi sta seguendo il telefilm sulla RAI non conosca già... ^_^


Negli anni 60, quando si suppone morì Walt Disney (WD nel seguito), forse, in realtà, il celebre produttore di cartoni animati simulò la sua morte e si ritirò su un'isola sperduta dove avrebbe potuto costruire in tutta tranquillità il più grande parco di divertimenti mai visto al mondo, superiore ai famosi Disneyland e Disneyworld.
WD portò con se un piccolo staff di scienziati, ingegneri ed esploratori che avrebbero dovuto aiutarlo nel realizzare la sua ultima grande impresa, il suo canto del cigno.

Tuttavia, WD morì senza veder completato il suo sogno ed il suo staff si ritrovò ben presto allo sbando su un'isola tropicale sperduta senza + una vera guida.

Per motivi di sicurezza, WD aveva fatto creare dei mostri robotizzati (audio-animatronic) che avrebbero dovuto spaventare eventuali curiosi prima del termine dei lavori sull'isola.
Purtroppo, anche le persone dello staff di WD si ammalarono o impazzirono per il fatto di essere rimaste intrappolate ed abbandonate su una remota isola tropicale. Anche i mostri meccanici iniziarono a funzionare male a causa dell'incuria da parte dei loro creatori e, di conseguenza, iniziarono anche ad uccidere senza alcun preavviso.

Ai giorni nostri, l'aereo con i personaggi di Lost precipita sulla stessa isola inizialmente scelta da WD. Secondo le puntate viste fino ad ora, hanno scoperto soltanto resti piuttosto datati del grandioso parco di divertimenti ideato da WD.
Ad esempio, la "roccia nera" ricorda a classica nave dei pirati che nella vera Disneyland è adibita a ristorante in New Orleans square.
La botola potrebbe essere parte di un'altra attrazione di divertimento anch'essa già vista in Disnalyland, la tomorrowland.
La dinamite, utilizzata anche dalla Rosseau, in realtà fa parte di un complesso sistema di fuochi d'artificio che avrebbe dovuto ammaliare il visitatore con fantastici giochi pirotecnici.

Ci sono sicuramente ancora molti elementi del parco nascosti. Alcuni invece sono stati modificati dagli altri presenti sull'isola (lo staff di WD sopravvisuto fino ad oggi) per renderli delle abitazioni o dei ripari (ad esempio la sopra citata botola)

... ed i bambini? Perché gli altri li vogliono catturare? Semplice, cosa sarebbe un parco di divertimenti senza bambini che si divertono? Gli altri sono diventati pazzi a furia di vivere sull'isola tropicale in assoluto isolamento ed il loro sogno iniziale condiviso con WD è ormai diventata un'ossessione che vogliono portare a termine ad ogni costo

Il fumo nero che ogni tanto si vede, proviene da una cucina ormai quasi dismessa ora utilizzata dagli altri come deposito. Ogni volta che aprono la botola per andare alla ricerca di bambini, i vapori escono fuori.

Manca ancora qualche cosa nell'intricato puzzle? Sì, l'orso polare. Beh, sembrerà banale dirlo a questo punto, ma è sicuramente fuggito dallo zoo che non manca mai in un buon parco di divertimenti.

Semplice, non trovate?

Un giorno Jack e Hurley troveranno le ossa di Walt Disney, assieme ai suoi disegni, diagrammi e progetti riguardanti il suo grandioso parco di divertimenti, "il magico regno dell'isola".
Questo spiegherebbe anche la canzone/filastrocca trovata sulle carte della Rosseau: Danielle stava semplicemente scrivendo la canzone per i titoli di coda di un nuovo film dysneyano

Read More

martedì 3 aprile 2007

Non si può scrivere un libro se non si parla di Google

11:27 5
Qualche giorno fa ho ricevuto in regalo "Google e gli altri" (ciao Marila!) scritto dal famoso "John Battelle che è stato tra i fondatori di Wired, autentica Bibbia della cultura digitale americana, e di The Industry Standard, uno dei primi periodici a tracciare i contorni della New Economy." (Raffaello Cortina Editore)
Prima di partire con la lettura allora mi son documentato un po' sulla rete (naturalmente attraverso Google!) scoprendo che esiste tutto un filone di letteratura concentrata a far soldi sulle spalle del famoso marchio, utilizzando per questo anche nomi famosi: oltre al già citato John Battelle c'è, ad esempio, anche David Vise (Premio Pulitzer, giornalista del Washington Post) con il famoso "Google Story" (scritto insieme a Mark Malseed)... segno che l'argomento tira!

Ma la cosa interessante è che mi sono imbattuto anche in qualche libro scaricabile gratuitamente.



Ad esempio "55 ways to have fun with Google" che parla di alcuni giochini da fare con il famoso motore di ricerca (come il tanto amato Googlewhacking che consiste nell'eseguire una ricerca con solo due parole ottenendo un solo risultato) o come il più profondo "Luci e ombre di Google" che tenta di gettare un po' d'ombra sull'immagine da sbarbatello che la società Google a saputo costruirsi (diversamente, ad esempio, dall'antipaticissima Microsoft di Gates).
Poi vi dirò su "Google e gli altri"... nel frattempo buona lettura!
Read More

lunedì 2 aprile 2007

Desktopography: quando la fotografia incontra la fantasia

12:25 4

Da sempre il mio desktop non ha avuto pace. Sono uno di quelli a cui piace cambiarlo spesso, senza programmini che lo facciano per me, senza date fisse e solo a seconda dell'ispirazione del momento. Poi quanto dura dura...
Ne mantengo anche una collezione di solo quelli che sono passati sui miei PC... Chissà un giorno li metterò on line!
Da qualche settimana sto utilizzando con piacere i wallpaper messi a disposizione da Desktopography, un bel sito che ho scoperto grazie alla segnalazione di un amico [Net's Hound] che saluto...
Fateci un giro!
Read More

Terzo e secondo, a Doninghton Biaggi fa tutto da solo

11:25 1
Il week end sembrava non promettere niente di buono per Max, sempre a più di un secondo dai primi. Così la superpole di sabato lo teneva in seconda fila piuttosto distante dal missile Bayliss ma anche da Haga e Toseland.
Poi domenica in pista è stata tutta un'altra storia!


Gara 1
Max parte male, la prima volta in questo campionato, e così si ritrova in mezzo alla mischia mentre i primi guadagnano immediatamente terreno. La svolta della gara è sicuramente il ritiro di Bayliss, sempre stato il più veloce nel weekend, che si ritrova disarcionato, probabilmente dall'elettronica Ducati, e con un mignolo "consumato fino all'osso" che non gli permetterà di partecipare neanche alla seconda gara.
Nel frattempo Max inizia la sua rimonta che lo porterà fino al terzo gradino del podio:

"Ho dovuto forzare parecchio per tentare di raggiungere i tre piloti al comando, ma purtroppo non ho fatto in tempo, James Toseland era troppo lontano, ma credo che contro Troy Corser, avrei avuto qualche chance in più."

Gara 2

Qui le cose cambiano. Fuori dai giochi Bayliss e dopo pochi giri Toseland (per guai meccanici) la gara è tutta fra Max ed Haga (anche se in realtà era un terzetto con Corser che però non ne aveva per sorpassare gli altri).
Con Max in prima posizione per diversi giri si è subito visto che non ce ne sarebbe stata per nessuno a meno di un suo errore (fra l'altro più volte fatto alla Melbourne) che purtroppo è arrivato all'ultima staccata:

"Ho fatto una grande battaglia con Haga e Corser. Ho condotto bene la gara, anche se purtroppo un piccolo errore all’ultima curva, mi è costato la vittoria, ma queste sono le gare!"
Read More

Post Top Ad