A Rossi gli tira il culo arrivare dietro (parecchio) - Amsis

highlight

Post Top Ad

lunedì 23 aprile 2007

A Rossi gli tira il culo arrivare dietro (parecchio)

A sentirlo sembrava quasi avesse acquisito negli anni il diritto a non essere sorpassato. Una regola del tipo: se vedi uno con scritto dottore sul culo allora divieto di sorpasso. A pensarci bene, quindi, il nuovo cattivo del motomondiale, il piccolino Elias, sarebbe da punire. Elias alla gogna. Prima quella mediatica del clan (clap) rossiano (leggi redazione intera di Italia 1) poi, e non proprio sportivamente, direttamente in pista nella prossima gara dove il dottore le ha promesse mostrando al mondo intero lo sportivissimo significato del verbo rosicare. Perché di quello si tratta. Incapace, una volta tanto(!), di mettere a punto la sua moto (perfino Hayden con le Michelin ha fatto meglio), dopo aver preso un'uscita di curva da bambino si è visto sorpassare pian piano da tutti. E mentre il campioncino Stoner se ne andava, lui si vedeva sorpassare... e mentre accadeva rosicava... Non potendo far niente con gli altri, che una volta sorpassatolo se ne andavano, il primo della lista con qui prendersela è stato Hopkins con il quale ha eseguito una manovra molto simile a quella che avrebbe subito da Elias. Ma questo non conta... altrimenti dovremmo ricordare anche il mondiale conquistato a spallate su Gibernau... (ricordiamo che di quella manovra uscì addirittura un DVD ed un libro fotografico, a firma di Meda, se non ricordo male)... particolari insignificanti.




Così come insignificante è stato il pomeriggio del clan di Gran Prix dove Cereghini, dopo la retrocessione da conduttore ad opinionista della trasmissione diceva, intervistando il campione ferito: "Io vorrei però lasciar stare la storia del sorpasso con Elias"... forse perché si era reso conto della pessima figura che stava facendo in quel momento il suo protetto (o viceversa?). Tener da parte la storia solo fino al minuto successivo quando al microfono non c'era più il suo compagno ma un povero Gresini che già in apertura dei microfoni stava con le mani larghe a dire "ma in questo processo che state facendo io adesso che dovrei dire?"... Ed infatti la prima domanda è stata di Cereghini (un istigatore di polemiche più bravo di lui neanche a Controcampo e alla Domenica Sportiva ce l'hanno!) al quale, ora, era tornata la voglia, guarda caso, di tornare sull'argomento incriminato... Ma sono dettagli.

  • Un link che condivido!

1 commento:

Post Top Ad